VenerD&D5

L'arrivo a Phandalin

appunti di Sharwyn Elereth

Quando anche l’ultimo Goblin stramazza al suolo, senza vita, prontamente Sariel e Baern si precipitano a controllare le condizioni di Sildar. L’uomo è malconcio, ma non in pericolo di vita.
Ci racconta che i Goblin avevano l’ordine di catturare Gundren… evidentemente il malcapitato guerriero si è trovato nel posto sbagliato, al momento sbagliatissimo….
L’ordine arrivava dall’alto, da un certo Ragno Nero. Il capo di questa tribù di Goblin, un Bugbear di nome Sklaarg, lo ha portato a termine senza esitazione.
E’ improbabile quindi che troveremo Gundren qui, ma se c’è qualcuno che può sapere dove si trova, quello è Sklaarg.
Prendiamo Sildar con noi, il quale, per ringraziarci del salvataggio, ci offre una ricompensa, che riceveremo non appena saremo al sicuro a Phandalin. Nonostante la stanchezza e qualche ferita, Lord Archibald ci sprona a continuare verso l’interno della grotta.
Grazie ad una nuova perlustrazione di Sariel, scopriamo ed evitiamo una trappola, eliminando altri 4 Goblin, senza che riescano ad avvisare il resto della tribù.
Decidiamo di sfruttare il momento per riposare.

Durante il riposo discutiamo a lungo sul da farsi. Sariel cerca di convincerci ad uccidere ogni Goblin sul nostro cammino senza fare domande… Lord Archibald, preoccupato della sorte di Gundren, continua a sottolineare l’importanza di una azione tempestiva. Alla fine riesco a convincere i miei compagni a lasciarmi condurre una trattativa con il capo Sklaarg… sappiamo bene che difficilmente i Goblin ci lasceranno andare senza combattare… così tutti decidono di accompagnarmi e darmi protezione durante il “negoziato”.

Con le mie abili parole riesco quasi ad ottenere quando sperato: Sklaarg si beve la storia dell’esercito in arrivo da Neverwinter… ma decide di risparmiare solo me ed uccidere gli altri. Ne scaturisce una rapida battaglia, che ci vede trionfare, grazie soprattutto al valore di Sariel, Aron e Archibald, che abbattono il grosso Bugbear con una rapidità sorprendente.
L’ultimo Goblin cerca di fuggire, ma invano: viene carbonizzato dalla magia di Daimon…
Sono certa che, potrò comporre una magnifica ballata sui valorosi eroi che sconfissero le legioni dei Goblin ed il loro possente capo!

Catturiamo Sklaarg vivo: Sariel protesta, ma ci serve per trovare Gundren. Nella “sala del trono” troviamo un piccolo tesoro, gli averi di Sildar ed alcune casse di merci, certamente rubate, che riconosco come proprietà della compagnia mercantile Lion Shield Coaster. Magari potremo tornare a recuperarle il seguito e guadagnarci un’altra ricompensa.

Lasciamo finalmente questa fetida grotta, e torniamo verso il carro per riprendere il viaggio, attendendo che il Bugbear riprenda i sensi per farci dire dove trovare Gundren.
La bestiaccia, inizialmente è restia a parlare, ed in tutta risposta alle mie domande, mi sputa addosso… dannazione che schifo… mi pulisco sul primo lembo di stoffa morbido a portata di mano… che, guardacaso, è un lembo del ricco vestito di Archibald… ne scaturisce un piccolo incidente ^^… Quanto mi diverto a prendermi gioco dei nobili… la sua faccia attonita e schifata non aveva prezzo… oh, so già che sarà un viaggio molto divertente!
Lord Archibald, ispirato dal mio gesto, prende l’iniziativa ed in preda ad una furia che non aveva mai mostrato, riesce a farsi dire dal mostro che il nostro amico è stato portato nella fortezza di _____ da qualche parte nella foresta… non è molto, ma è già qualcosa.

Col calare della sera arriviamo a Phandalin e ben presto scopriamo che anche qui la situazione è problematica. La gentile proprietaria dell’Emporio di Barthen, con una certa riluttanza, ci racconta di una banda di briganti, i Redbrand… questi infami hanno in pugno il villaggio, ma al momento nessuno pare in grado di opporsi.
Per la prima volta da quando siamo partiti vedo Baern prendere la parola per informarsi sui briganti e rassicurare la signora Barthen… a quanto pare ci tiene particolarmente a questa faccenda dei Redbrand…
Portiamo Sklaarg dal sindaco, un ometto grasso e piuttosto sorpreso della nostra presenza. Lo convinciamo a lasciare il prigioniero in una della 2 celle nel municipio. Anche lui mostra una certa preoccupazione, sicuramente è anche lui vittima dei briganti che tormentano quasto villaggio, ma per il momento non si espone… Sildar si propone per tenere il prigioniero sotto sorveglianza… e sorprendentemente anche Daimon… credo che tema per la vita del Bugbear e del suo sorvegliante, a causa della smania di uccidere di Sariel…

Lasciato il municipio, Baern e Sariel si recano a trovare un vecchio avventuriero mezz’elfo, che dovrebbe avere informazioni sui Redbrand mentre Daimon va a parlare con sorella Graele al tempio… sorella Graele… quella sorella Graele!? Mi propongo di accompagnarlo, ma sorprendentemente rifiuta la mia offerta… Accidenti! Eppure credevo che il mio fascino avesse fatto presa sullo stregone… dovrò impegnarmi di più, magari a cominciare da stasera… Poco male: posso incontrare sorella Graele domani, da sola… In fin dei conti ora devo prepararmi per il mio spettacolo!

Comments

Berzelius enrico_licata

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.